Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

DIRITTO ANNUALE 2020 PER LE NUOVE IMPRESE

Il Ministero dello Sviluppo Economico, con nota MISE 0347962 del 11.12.2019, ha confermato per l'anno 2020 gli importi degli anni precedenti per le iscrizioni delle nuove imprese.

Come per lo scorso triennio, anche per l’anno 2020 la Camera di commercio ha approvato l’incremento complessivo del diritto annuale nella misura del 20%. 

Il 27 marzo 2020 è entrato in vigore il decreto ministeriale 12 marzo 2020 con il quale il Ministro dello sviluppo economico ha autorizzato l'incremento delle misure del diritto annuale del 20%.

ATTENZIONE: Le imprese che hanno eseguito il pagamento del diritto annuale senza la maggiorazione del 20%, prima della data di entrata in vigore del 27 marzo 2020, effettuano il conguaglio senza applicazione di alcuna sanzione, entro il secondo acconto delle imposte dirette (art. 17 comma 3, lettera b, del Decreto del Presidente della Repubblica 7 dicembre 2001, n. 435).

Gli importi determinati sono i seguenti:

TABELLA 1a - SEZIONE SPECIALE REGISTRO IMPRESEIMPORTI in euro
 SedeUnità locale
Imprese individuali, imprenditori agricoli e coltivatori diretti52,80* arr. 53,0010,56* cad. arr. 11,00
Società semplici agricole6012 cad.
Società semplice non agricola12024 cad.
Società tra avvocati (co.2 art.16 Dlgs. 2/2/01 n. 96)12024 cad.
Unità locali di imprese estere-66
Soggetti iscritti solo al REA18-
TABELLA 1b - SEZIONE ORDINARIA REGISTRO IMPRESEIMPORTI in euro
 SedeUnità locale
Imprese individuali12024
Società cooperative12024
Consorzi12024
Società di persone (S.n.c., S.a.s.)12024
Società di capitali (S.p.A., S.r.l.) 12024

Gli importi in Tabella 1a e 1b tengono conto sia della riduzione del 50% che dell'aumento del 20% in precedenza specificati.

1. Come calcolare l'importo dovuto

Le unità locali, che si iscrivono nel corso del 2020, appartenenti a imprese già iscritte al Registro delle Imprese, sono tenute al pagamento del diritto indicato nella tabella su esposta alla sezione "Unità locale" (pari al 20% dell'importo della sede di nuova iscrizione).

Come si paga:

dal 1° gennaio 2007 tutti i soggetti in possesso di partita IVA sono tenuti ad effettuare il versamento con il modello F24 con modalità telematiche.

online tramite la piattaforma PagoPA collegandosi al sito:http://dirittoannuale.camcom.it e utilizzando la funzione “calcola e paga”, si può calcolare quanto dovuto e pagare direttamente online.

Il modello F24 è un prospetto suddiviso in sezioni. Per versare il diritto annuale, compilare le sezioni come segue:

SEZIONE MODALITA’ DI COMPILAZIONE
ContribuenteIndicare il codice fiscale dell’impresa (non la partita IVA), i dati anagrafici e il domicilio fiscale.
Sezione ERARIONon compilare
Sezione INPSNon compilare
Sezione RegioneNon compilare
Sezione IMU ed altri tributi locali

Codice ente/ codice comune : CR

Codice tributo: 3850

Rateazione: non compilare

Anno di riferimento: 2020

Importo a debito: scrivere l’importo da versare

Importo a credito compensati: non compilare

*Arrotondamento: Va eseguito un unico arrotondamento finale, dopo aver eseguito tutti i conteggi intermedi per  sede ed unità locali mantenendo cinque decimali. L’importo finale da versare va arrotondato all’unità di euro (per eccesso se la prima cifra dopo la virgola è uguale o superiore a 5; per difetto se la prima cifra dopo la virgola è inferiore a 5). Nel caso di contestuale apertura di sede e unità locale o di più unità locali è necessario effettuare correttamente l'arrotondamento secondo quanto previsto dalla nota del Ministero dello Sviluppo Economico n. 19230 del 03/03/2009.