Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

MODULISTICA, ELENCHI E INFORMATIVE

Modulistica:

Elenchi mediaconciliatori:

Informative:

Modalità di invio delle istanze, della documentazione e delle comunicazioni relative alle procedure:

Ogni istanza di mediaconciliazione e relativi allegati devono essere presentati:

  • esclusivamente per i privati cittadini non assistiti da professionisti in formato cartaceo (analogico) presso l'Organismo oppure in formato digitale inviandoli alla pec istituzionale camerale: cciaa@cr.legalmail.camcom.it ;
  • per i professionisti e le imprese esclusivamente in formato digitale inviandoli alla pec istituzionale camerale: cciaa@cr.legalmail.camcom.it .Le medesime modalità vanno utilizzate per tutte le comunicazioni - adesioni, integrazioni, richieste di rinvio solo se motivate ecc. - inerenti alle procedure

Pagamenti:

I pagamenti delle spese di avvio - € 48,80 per le controversie di valore fino ad € 250.000,00= ed € 97,60= per le controversie di valore superiore ad € 250.000,00= - e delle tariffe di mediazione - così come precisate dall'Organismo - possono essere fatti:

  1. contattando la segreteria dell'Organismo: telefono 0372/490292 - mail: mediaconciliazione@cr.camcom.it, che emetterà apposito modulo PagoPa per effettuare i versamenti, una volta che saranno forniti i dati completi della parte istante e la mail cui indirizzare il modulo. In caso di più parti istanti, vanno forniti i dati del soggetto scelto come capofila del centro comune di interessi;
  2. presso la sede camerale di Cremona - Cassa Registro Imprese negli orari di apertura di questo sportello e previa fissazione di appuntamento: telefono 0372/490239 - mail: ri@cr.camcom.it. Il pagamento può avvenire esclusivamente con bancomat o carta di credito (non contante, non postamat non carte ricaricabili);
  3. presso la sede camerale di Crema negli orari di apertura degli sportelli e previa fissazione di appuntamento: telefono 0373/80674 - mail: crema@cr.camcom.it. Il pagamento può avvenire esclusivamente con bancomat o carta di credito o postamat o carte ricaricaricabili (non contante).

Si rammenta che l'invio di una istanza non corredata dalla prova dell'avvenuto pagamento comporta l'impossibilità di gestione della stessa. Si rimarca altresì la necessità di indicare quale soggetto intestatario della relativa fatturazione la parte istante, al di là del soggetto che materialmente effettua il pagamento.