Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

METALLI PREZIOSI

L’attività dell’ufficio metrico in questo settore  consiste

a) nella tenuta del  Registro degli Assegnatari  e nella concessione dei marchi di identificazione dei metalli preziosi;

b) nella sorveglianza  sul  rispetto della normativa specifica da parte dei soggetti tenuti ad osservarla;

I metalli considerati preziosi ai fini dell’applicazione della norma sono i seguenti:

PLATINO, PALLADIO, ORO, ARGENTO

A chi è rivolta:

a coloro che intendono:

1) fabbricare od importare oggetti in metallo prezioso

2) vendere i suddetti metalli preziosi sotto forma di lingotti, verghe, laminati, profilati e semilavorati in genere

Per richiedere l’iscrizione  in detto Registro e ottenere il Marchio d’identificazione è necessario presentare domanda in bollo (da € 16,00) alla Camera di Commercio utilizzando l’apposito Modulo domanda (Formato pdf - 276 kB) a cui vanno uniti gli allegati  indicati sul modulo stesso  e le ricevute dei versamenti  previsti, pure specificati in  calce al modulo.

Una volta ottenuto il marchio di identificazione  l’assegnatario  richiederà  alla Camera di Commercio, uno o più punzoni recanti il numero stesso. Modulo allestimento punzoni (Formato pdf - 120 kB)

 

La concessione del marchio è soggetta  a rinnovo annuale da effettuarsi entro il mese di gennaio di ogni anno. A tal fine il titolare o il legale rappresentante dell’impresa assegnataria del marchio stesso dovrà effettuare il versamento dei diritti di segreteria sotto riportati  tramite PAGOPA. Si prega di contattare l'ufficio per l'emissione dell'avviso di pagamento

a) euro 32,00 per le imprese artigiane o  laboratori annessi ad  imprese commerciali: 

b) euro 129,00 per le imprese industriali con meno di 100 dipendenti:

c) euro 258,00 per le imprese industriali con più di  100 dipendenti:   

Qualora il pagamento venga effettuato oltre il mese di gennaio, agli importi suddetti dovrà essere sommata una indennità di mora pari ad un dodicesimo  dell’importo annuale per ogni mese o frazione di mese di ritardo.  (es.:  se  il titolare di impresa artigiana effettua il pagamento in febbraio il diritto da versare è pari ad euro 32,00 +  2,67 [1/12 di 32 ,00]   =  34,67).

Nel caso in cui il pagamento non venga eseguito entro l’anno,  si procederà alla revoca della concessione  del marchio di identificazione e alla relativa cancellazione dal Registro degli assegnatari.

Normativa di riferimento:

  • D.lgs. 22 maggio 1999  n.251 “Disciplina dei titoli e dei marchi di identificazione dei metalli preziosi, in attuazione dell’art. 42 Legge 24 aprile 1998, n.128
  • D.P.R. 30 maggio 2002 n.150  “Regolamento recante norme per l’applicazione del D.lgs 22 maggio 1999 n.251”
  • D.P.R. 26 settembre 2012, n.208 “Regolamento recante modifiche al D.P.R. 30 maggio 2002, n. 150”
  • D.P.R. 26 novembre 2014, n. 195 “Regolamento recante norme per l’applicazione del D.lgs 22 maggio 1999, n. 251