Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

SERVIZIO METRICO -- SORVEGLIANZA E VIGILANZA

Il decreto  93/2017  stabilisce, oltre alla  “verificazione periodica”,  altre due tipologie di controlli cui sono sottoposti gli strumenti di misura impiegati per funzioni di misura legali:

a) Controlli casuali o a richiesta

b) Vigilanza sugli strumenti soggetti alla normativa nazionale ed europea

a) Controlli  casuali:  i controlli casuali sugli strumenti metrici in servizio sono effettuati dagli Uffici metrici delle Camere di Commercio, ad intervalli casuali, senza  determinata periodicità e, compatibilmente con le esigenze di sicurezza e continuità dei servizi, senza preavviso, pur garantendo il contraddittorio. Possono inoltre essere eseguiti controlli in contraddittorio nel caso in cui il titolare dello strumento o altra parte interessata nella misurazione, ne faccia richiesta alla Camera di Commercio competente per territorio.

b) Vigilanza sugli strumenti: la vigilanza del mercato ha lo scopo di assicurare che gli strumenti immessi sul mercato o importati sono stati sottoposti alle necessarie procedure di accertamento della conformità, che i requisiti di marcatura e di documentazione sono stati rispettati e che sono stati progettati e fabbricati in conformità con i requisiti previsti dalla pertinente normativa.  Detta vigilanza può essere effettuata anche nei  luoghi dove gli strumenti sono stati messi in servizio.

Ai fini dei controlli di cui ai punti precedenti agli Ispettori della Camera di Commercio preposti  deve essere consentito l’accesso ai luoghi di fabbricazione, di immagazzinamento, e di commercializzazione, nonché ai luoghi dove gli strumenti sono stati messi in servizio.

Oltre ai compiti di vigilanza prettamente connessi all’uso e al funzionamento degli strumenti metrici, la Camera di Commercio è anche organo competente per la vigilanza  a campione sugli Organismi accreditati  per lo svolgimento della verificazione periodica che operino sul territorio di propria competenza.

Norma di riferimento: Decreto 21 Aprile 2017 n.93 (Formato pdf - 1376 kB)